Portiamo l’educazione sessuale a scuola!

Come tutelare la nostra pelle in gravidanza?
Marzo 13, 2019
Ringiovanimento vaginale. In arrivo nello studio di Elisa Caruso un trattamento rivoluzionario
Marzo 26, 2019
Mostra tutto

Portiamo l’educazione sessuale a scuola!

Portiamo l’educazione sessuale a scuola! E’ questo il monito che ieri è partito dal presidente dell’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere ONDA.

Un monito che, come sapete, mi trova perfettamente in accordo.

Secondo una recente indagine della Sigo – Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia, l’Italia è in fondo alla classifica europea per l’uso dei contraccettivi ormonali, con il 16,2% delle donne che li sceglie, contro una media europea del 21,4%. Il 42% delle under 25 non utilizza ancora alcun metodo contraccettivo durante la prima esperienza sessuale. Un dato allarmante per la prevenzione ginecologica e per la possibilità di incorrere in gravidanza indesiderate.

Utilizzare il preservativo con un nuovo partner o i sistemi contraccettivi con un partner con cui si ha un rapporto consolidato non deve essere solo una scelta occasionale ma uno stile di vita consapevole.

La contraccezione previene e consente di scegliere liberamente.

Se i dati sono così allarmati è perché in Italia, a differenza di molti Paesi europei, sono ancora diffusi stereotipi e tabù che andrebbero sfatati. Ed il supporto delle istituzioni è quanto mai indispensabile.

Un programma culturale che consenta intanto di portare l’educazione alla salute sessuale e riproduttiva come materia obbligatoria dei programmi scolastici consentirebbe di formare ed informare i giovani ad una maggiore consapevolezza.

Come ho spiegato in un recente articolo, se per tutta l’Italia il dato è allarmante, per il Sud è preoccupante. Solo il 7% degli adolescenti utilizza i metodi contraccettivi. E le motivazioni addotte sono per la maggior parte indicative di una mancanza di informazione.

Corsi di approfondimento, laboratori, documenti e presentazioni video consentirebbero ai nostri giovani una maggiore maturità sia nella scelta che nelle azioni da compiere.

La salute sessuale non deve essere mai più un tabù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.