Con il COVID più donne affette da depressione post partum

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook

Non sempre i giorni che seguono la maternità sono semplici per tutte le mamme. Stare male si può e ormai moltissime donne sono affette da depressione post partum. Il primo messaggio da dare è innanzitutto che non è sbagliato provare paura e ansia. Anzi. La depressione post partum è ormai una patologia molto diffuso e migliaia di donne ne sono affette.

I numeri peraltro si sono raddoppiati in questo periodo di “pandemia sociale” con cui ciascuno di noi sta facendo i conti ogni giorno. Ai tempi del Covid19, ginecologi, ostetriche e psicologi hanno visto peggiorare (nel complesso) la salute mentale delle gestanti e delle neomamme

I cambiamenti ormonali, psicologici, sociali e di ruolo che seguono la nascita del bambino possono essere vissuti a volte anche come un evento traumatico in grado di portare la donna a un esordio psicopatologico.

Le aspettative troppo spesso idealizzate non tengono conto che, in realtà, diventare madri è un cambiamento di vita radicale al quale nessuno è davvero mai pronto.

 I risultati di un nuovo studio su questo tema sono stati pubblicati di recente sulla rivista Frontiers in Women’s Global Health e confermano che la pandemia ha peggiorato le condizioni psicologiche delle donne incinte: più ansia, più paura, più stress.

Perché i dati sono peggiorati?

  • L’isolamento imposto dalla pandemia, l’impossibilità di condividere con amici e parenti la gioia di una nuova vita che cresce
  • La paura per il bambino e per il suo futuro
  • La paura per la salute propria, del partner e del bambino stesso
  • L’impossibilità di avere il papà o un parente accanto durante il parto e durante le visite di routine
  • L’impossibilità di far conoscere il bambino ai propri cari anche subito dopo la sua nascita
  • E la costante paura di contrarre il virus o di subirne le conseguenze

Non sono poche le motivazioni e di certo hanno aggravato una situazione già delicata che vede molte donne preoccupate su come affrontare i primi giorni da mamma.

Non esitate! Se i sintomi della depressione sono evidenti (come tristezza, angoscia, apatia e disturbi del sonno insonnia) parlatene con qualcuno!

Iniziate dal vostro ginecologo, dal medico di base o anche dal pediatra.

Esistono diversi consultori nel territorio siciliano e spesso non è necessario la prescrizione di farmaci, l’auto-aiuto risulta efficace in moltissimi casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.