Cosa rappresenta l’odore della mamma per il neonato?

Menopausa e adolescenza. Come gestire i conflitti?
Ottobre 29, 2019
Come prevenire le malattie sessualmente trasmissibili?
Novembre 6, 2019
Mostra tutto

Cosa rappresenta l’odore della mamma per il neonato?

Il corpo della madre è quello che il bambino identifica e riconosce come ambiente protettivo durante il periodo della gravidanza. Subito dopo la nascita, grazie al senso dell’olfatto, l’odore naturale di entrambi li legherà per sempre.

Ma come fa un neonato a riconoscere l’odore della mamma?

A partire dal 5^ mese di gravidanza i bambini dentro al grembo iniziano a inghiottire il liquido amniotico, questo avviene ogni 24 ore. Il liquido viene digerito dai bambini e gli elementi protettivi che contiene vengono così introdotti nel sangue e filtrati alla madre tramite il cordone ombelicale.

È risaputo che il cibo che mangia la madre insaporisce il liquido amniotico di cui si nutre il bambino dentro al grembo ed è per questo che è in grado di riconoscere l’odore della sua mamma già dalla nascita. 

Dunque la “dipendenza” madre-figlio si trasforma in un vero e proprio legame che nasce molto presto, grazie allo scambio dei ferormoni, continua e si rafforza anche con l’allattamento. Il senso dell’olfatto è, infatti, molto importante perché aiuta il bambino a trovare il seno della madre durante questo periodo.

Secondo i medici esperti, l’odore della mamma è per tutti i bambini come una dipendenza. Lo stesso vale per la madre che non fa altro che annusarlo, soprattutto durante i primi mesi di vita del bambino.

Diversi studi hanno dimostrato che per facilitare il sonno di un neonato, durante i primi mesi di vita, una madre può introdurre nella culla una maglietta o un cuscino impregnati del proprio profumo.

Si pensi, infatti, ai “doudou”, pupazzetti pensati proprio per essere impregnati dell’odore dei genitori e che servono per calmare il bambino

A livello inconscio, secondo diversi psicologi, molti profumi hanno la capacità di regalarci sensazioni piacevoli e rassicuranti. Questo avviene grazie all’importanza che hanno i ricordi olfattivi e perché di conseguenza l’essere umano li ricollega alle persone amate o a episodi avvenuti in circostanze di particolare benessere. In questo caso, si parla di memoria olfattiva, quella che più segna il nostro inconscio e che è capace di riportare alla luce episodi molto dettagliati.

 L’odore della mamma è quel profumo che resterà per sempre impresso nei ricordi di ognuno di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.