Perchè è importante la visita ginecologica?

Perchè partecipare ad un corso preparto?
Dicembre 18, 2017
Il mio nuovo sito sulla salute ginecologica
Dicembre 18, 2017
Mostra tutto

Perchè è importante la visita ginecologica?

Perché è importante la visita ginecologica? 

E’ un controllo da effettuare circa una volta l’anno perché serve per accertarsi delle condizioni di salute dell’apparato riproduttivo. Generalmente, tutti i medici consigliano di accompagnarla ad esami di routine come l’ecografia, il pap-test e la visita senologica.

Questa visita può essere effettuata per due motivi: prevenzione o cura. Nel primo caso è importante ripetere la visita periodicamente, nel secondo è chiaramente indispensabile seguire i consigli dello specialista.

La prima visita ginecologica per una ragazza adolescente va effettuata quando inizia ad avere rapporti sessuali, o comunque non oltre i 24-25 anni. In caso di fastidi o patologie infiammatorie, la visita va effettuata anche prima, in età puerile, e anche quando la ragazza è ancora vergine senza provare alcun timore. Il medico può comunque visitare ed accertarsi delle condizioni di salute.

Come si svolge? 

Il primo momento della visita è di analisi ed ascolto. E’ importante rispondere alle domande del medico su mestruazioni, attività sessuale, dolori o fastidi, e/o patologie correlate.

Quello che facciamo in questa prima parte è entrare a conoscenza della storia medica della donna, sia a livello familiare che personale. Con l’anamnesi fisiologica registriamo l’età della prima mestruazione, le caratteristiche del flusso mestruale, la data dell’ultima mestruazione, l’eventuale contraccettivo utilizzato ed anche gli stili di vita.

 L’aspetto più importante del rapporto tra ginecologo e paziente è la fiducia, l’intimità e la capacità di donare ascolto. 

Nella seconda parte della visita analizziamo in dettaglio il corpo della donna verificando le condizioni genitali esterni, effettuando l’analisi della cosiddetta “mappa del dolore”, la visita del collo dell’utero, delle tube e delle ovaie, l’analisi del pH vaginale, l’uso dello “speculum” per il prelievo per il pap-tes. E non solo.

Il tipo di visita e di analisi cambia in base alle singole esigenze della donna e sopratutto in base ai sintomi e al tipo di diagnosi che stiamo per fare.

La visita ginecologica è un percorso intimo e personale che va fatto seguendo con sensibilità e delicatezza. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.