Cellule staminali anche per la cura del COVID19

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook

Non solo vaccini contro il Coronavirus. In questi mesi i ricercatori si stanno concentrando molto anche sugli effetti che le cellule staminali mesenchimali sembrano avere nella cura del Covid 19.

L’interesse dei ricercatori è principalmente dovuto al potere immunomodulatorio che possiedono le cellule staminali e che consentono di  prevenire la tempesta molecolare infiammatoria generata dal coronavirus.

Peraltro, secondo recenti studi, queste cellule sembrano aver dimostrato di poter migliorare anche i danni provocati dal virus nei vari organi.

Negli Stati Uniti la ricerca si è concentrata sulle cellule staminali mesenchimali del cordone ombelicale infuse per via endovenosa, la sperimentazione clinica avviata da un team di ricercatori internazionali ha già ottenuto l’approvazione della Food and Drugs Administration (l’ente che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici).

Ricordiamo a tal proposito che la conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale è un procedimento molto importante che può portare a risultati straordinari e salvare la vita.

Le cellule infatti, se ben conservate, possono curare importanti malattie, in particolare quelle oncoematologiche.

Nello specifico, in Italia se una mamma decide di conservare le cellule del cordone ombelicale dopo la gravidanza può effettuare due tipi di scelta.

  • La prima è quella di donarle alla collettività e conservarle tramite una struttura pubblica che mette a disposizione della collettività tutti i campioni ricevuti per la cura dei soggetti che ne hanno bisogno immediato. In questo caso, il genitore o il bambino ne perdono il diritto all’utilizzo.
  • La seconda è quella di affidarsi ad una struttura privata che, prelevate le cellule, può conservarle per un periodo di tempo determinato e metterle a disposizione del donatore al momento più opportuno. In questo caso, se le cellule restano ben conservate possono essere utilizzate per la cura di eventuali malattie future del bambino. La conservazione privata ha dei costi che variano a seconda della scelta del tipo di struttura che si sceglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.