Contraccezione di emergenza. Quando e come?

Settembre: quali sono i vostri buoni propositi per una nuova gravidanza?
Settembre 10, 2020
I trucchi reali per nascondere i capelli bianchi in gravidanza
Ottobre 6, 2020
Mostra tutto

Contraccezione di emergenza. Quando e come?

Pochissime donne sotto i 25 anni in Italia usano metodi contraccettivi soprattutto durante le prime esperienze sessuali. ll nostro paese è al 26esimo posto in Europa per accesso agli anticoncezionali, il counseling e l’informazione online. Secondo una recente indagine della Sigo, Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, solo il 16,2% delle donne sceglie la contraccezione, contro una media europea del 21,4%. E’ un fatto che prevenzione alla salute sessuale e riproduttiva resti ancora un tabù sia nelle famiglie sia nelle scuole.

In un mondo in cui le informazioni sono a portata di click, rendere oscuri alcuni argomenti in realtà non è la soluzione migliore. Anzi, dialogare apertamente sulla salute sessuale e sui metodi contraccettivi potrebbe essere un opzioni in più per i nostri giovani per allontanarli da contesti fuorvianti e siti di informazione molto pubblicitari e poco informativi.

Ma come funziona esattamente la contraccezione di emergenza?

Intanto spieghiamo esattamente di cosa si tratta: è una metodica di contraccezione di supporto da utilizzare, prima possibile, a seguito di un rapporto sessuale non protetto. Usata tempestivamente si può assumere per via farmacologia (la cosiddetta pillola del giorno dopo) o tramite un dispositivo uterino.

Quando assumere la pillola?

Il tempo è fondamentale. La pillola deve essere presa non oltre 3 o 4 giorni dopo il rapporto sessuale. Il tempo dipenda anche dal farmaco che si sceglie e dal dosaggio ma non si assume dopo 120 ore.

L’efficacia della pillola del giorno dopo è assicurata al 95% se assunta entro le 24 ore dopo il rapporto.

Le donne maggiorenni possono richiederla anche senza prescrizioni. Per le giovani minorenni invece è necessaria la prescrizione ed è molto consigliato un consulto con il medico.

Ci sono effetti collaterali?

  • Si, si possono riscontrare raramente cefalea, astenia e algie pelviche
  • La pillola non può essere utilizzata regolarmente nè ad intervalli ravvicinati

Scegliere il metodo contraccettivo è davvero importante e non è una scelta da prendere quando si è single con rapporti occasionali ma anche e soprattutto quando si è in coppia.

Ecco alcuni suggerimenti utili per voi:

  • Il profilattico: è la prima scelta perché PROTEGGE dalle malattie sessualmente trasmesse ed evita gravidanze indesiderate.
  • La pillola contraccettiva: è adatta alla coppia di fiducia, dove i partner sono in un rapporto di fedeltà reciproca ma scelgono di non avere dei figli.
  • La “pillola del giorno dopo” è fondamentale per le situazioni di emergenza: una pillola saltata, il profilattico rotto, la disattenzione completa, un rapporto completo non voluto, quando ci si espone a un rischio dimenticandosi le protezioni.e

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.