Ma cosa sente il mio bambino dentro la mia pancia?

Laboratorio gratuito di Babywearing
Aprile 3, 2018
Ansia, serenità e paura: la psicologia della gravidanza
Aprile 23, 2018
Mostra tutto

Ma cosa sente il mio bambino dentro la mia pancia?

“Ma cosa sente il mio bambino dentro la mia pancia?” è la domanda alla quale oggi rispondiamo con un articolo dedicato allo sviluppo dei cinque sensi del bambino durante la gravidanza.

Mancano pochi giorni al laboratorio che abbiamo promosso insieme alla specialista Grazia De Fiore per spiegarvi l’utilizzo e l’efficacia della fascia come dispositivo utile a portare in giro i vostri piccoli. Giovedì 19 Aprile nel mio studio parleremo di emozioni e sensazioni e vi racconteremo quanto sono davvero importanti per un bambino che guarda il mondo per la prima volta.

Sono certa che vi siete chieste spesso cosa sente e come vive il vostro piccolo quando è ancora nel vostro grembo. Chissà se mi sente? Se mi riconosce? Se mi ascolta o cosa vede? Domande giuste ed amorevoli alle quali oggi cercheremo di rispondere in questo nuovo articolo della mia rubrica settimanale …

In che modo si sviluppano i vari organi di senso durante i nove mesi di gravidanza?

  1. Udito: Il sistema vestibolare comincia a svilupparsi sin da subito ma è completo e funzionante intorno al 6^ mese di gravidanza. Già dalle prime settimane di gestazione il bambino inizia a captare un nuovo e complesso mondo di suoni che saranno più chiari solo con il tempo. La voce della mamma è per lui come una melodia che pian piano si compone ma in questo incredibile e meraviglioso concerto è proprio lei a dirigere l’orchestra. Il suo battito cardiaco, il respiro e persino i gorgoglii dello stomaco sono per il piccolo la musica che lo accompagnerà nella strada per venire al mondo.  Non a caso, tantissimi studi hanno dimostrato che la lettura ad alta voce in gravidanza o l’ascolto di una musica particolare aiutano il bambino a crescere meglio, a riconoscere prima i suoni e persino ad acquisire migliori capacità linguistiche.
  2. Tatto: la sensibilità al tatto si sviluppa tra la 7^ e la 12^ settimana per arrivare a completarsi però con la 22^ settimana quando il piccolo inizia a toccare il suo corpo, il cordone ombelicale e le pareti dell’utero.
  3. Olfatto: I ricettori dell’odorato iniziano a completarsi intorno alla 13^ settimana. In realtà, quello che il bambino sente sono le molecole ingerite con il fluido amniotico che in gran parte sono derivati dagli alimenti mangiati dalla mamma. L’odore che sentirà gli consentirà di riconoscere il seno della mamma sin da subito appena nato.
  4. Vista: il nervo ottico si forma all’8^ settimana ma il feto comincia ad aprire le palpebre soltanto verso la 26^ quando comincia a riconoscere le sorgenti luminose che arrivano attraverso la pancia. La vista comunque è il senso ritardatario perchè al momento della nascita il neonato non riesce a distinguere i colori e vede comunque solo a distanza di pochi centimetri. E’ importante sapere che, durante la gestazione, se la mamma si sdraia al sole o si mette davanti ad una forte sorgente luminosa, il bambino riceve una luce in trasparenza che, incredibilmente, gli consente di vedere approsimativamente dove si trova.
  5. Gusto: le papille gustative si formano intorno alla 12^ settimana quando il feto inizia a deglutire il liquido amniotico avvertendo i sapori. Su questo versante ci sono pareri discordanti ma, dopo aver sfalsato il mito della voglia alimentare, si può affermare che l’alimentazione della donna durante la gravidanza può influenzare i gusti del bambino appena nato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.