Sesso in menopausa? Si deve

Perché è importante evitare bevande zuccherate in gravidanza?
Gennaio 22, 2019
Menopausa e atrofia vulvo-vaginale. Quali rimedi? VIDEO INTERVISTA
Febbraio 4, 2019
Mostra tutto

Sesso in menopausa? Si deve

Sesso in menopausa? Oggi sfatiamo un altro mito.

Non è vero che in menopausa sparisce il desiderio sessuale.

Anzi può proprio capitare il contrario.

Non è di certo una regola ma molti studi hanno di recente dimostrato che il periodo della menopausa, nonostante i sintomi e le difficoltà, è in realtà spesso caratterizzato da un aumento del desiderio sessuale. Perché? I cambiamenti ormonali e fisici e il nuovo assetto psicologico spesso coincidono con una ritrovata voglia di avere rapporti sessuali che, se si può, va soddisfatta.

Il problema è oltrepassare il tabù.

La differenza tra chi sente di più questo desiderio e chi meno sta spesso nella capacità personale di affrontare l’ingresso in menopausa con serenità e curiosità verso la nuova fase della vita di ogni donna. Essere pronte al cambiamento e vivere la menopausa come un’opportunità può contribuire a una longevità di successo e a minimizzare il senso comune di tristezza.

Ricordiamo che si può parlare di menopausa solo quando da un anno non compare più il ciclo mestruale. Nella fase precedente si tratta della cosiddetta pre-menopausa, una condizione che normalmente appare dai 45 anni in su ma che si può presentare prima e sotto diverse forme.

Pre e menopausa rappresentano per la donna un periodo di grande cambiamento ormonale che spiega la comparsa di vampate e sudorazioni, secchezza vaginale, disturbi del sonno, propensione all’ansia e all’irritabilità, assottigliamento di pelle e mucose, dei più frequenti dolori osteoarticolari.

L’atrofia vulvovaginale, o più comunemente definita secchezza vaginale, è una condizione comune che, se trascurata, può avere un serio impatto sulla vita delle donne e portare ad evitare l’intimità, la perdita di libido e il sesso doloroso.

In un recente studio pubblicato sulla rivista Reuters, l’autrice Susan Davis ha dichiarato: “Quando i livelli di estrogeni cadono in menopausa il rivestimento della vagina cambia, le cellule di rivestimento si trasformano e rilasciano meno fluido. Così la vagina diventa più secca, meno elastica, più fragile, meno acida e questo permette ai batteri malsani di crescere”.

L’aumento di peso, infatti, può far riscontare anche un aumento della quantità di estrogeni in circolazione che accresce il desiderio di fare sesso ma, spesso, la secchezza vaginale si presenta come un ostacolo.

La soluzione? Ricorrere comunque ai suggerimenti di uno specialista.

La verità è che dopo la menopausa e dai 50 anni in poi si può vivere la sessualità nel migliore dei modi, con più libertà e indipendenza e sicuramente senza inibizioni particolari.

Con il passare del tempo tutto il nostro corpo cambia e la vagina non è da meno con la sua riduzione di dimensioni e di elasticità che portano anche ad una diminuzione della lubrificazione.

Per migliorare questa condizione è possibile utilizzare prodotti specifici realizzati allo scopo (sex toys, vibratori e biancheria intima provocante) o parlare di eventuali terapie ormonali.

Di certo non è da sottovalutare la stimolazione, metodo quasi infallibile per soddisfare un ritrovato buon appetito.

Accettare il proprio corpo nel suo rinnovamento è il primo passo per star bene anche sessualmente.

 

1 Comment

  1. […] Secchezza vaginale e irritazione sono i sintomi più comuni dovuti alla comparsa della menopausa. Si tratta di un fastidio che riguarda migliaia di donne e che, come abbiamo spiegato la scorsa settimana, spesso porta ad un allontanamento dalla vita sessuale. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.