Viaggiare in gravidanza? Arriva la moda del babymoon

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook

Sei in dolce attesa e ti stai chiedendo se è opportuno organizzare una vacanza? Dagli Stati Uniti ancora una volta una risposta “alla moda”.

Si tratta dell’ultima tendenza che riguarda gravidanza e maternità e si chiama babymoon: ovvero l’ultima vacanza in due, con il pancione, prima che nasca il bambino.

Il numero di matrimoni, lo sappiamo, è in calo in tutto il mondo. Molte coppie decidono di optare per la convivenza o per rapporti che si basano su altre stabilità. E quindi, in barba alla luna di miele, in America il viaggio più romantico è quello con il pancione.

In realtà, la novità sta solo nel fatto che si supera un altro tabù legato alla gravidanza, ovvero la difficoltà di viaggiare con il pancione. Il babymoon è una vacanza organizzata poco prima dell’arrivo del bambino e riservata esclusivamente ai futuri genitori. Un modo per rilassarsi ma anche per iniziare a pensare alla vostra futura vita da genitori.

Il periodo più consigliato è quello lontano dal parto, evitando come sempre il primo trimestre. Si può partire per il babymoon durante il secondo trimestre, in un periodo più “sicuro” per le mamme in dolce attesa (che non hanno patologie pregresse o controindicazioni in merito).

Nonostante sia un trend americano, anche il nostro Paese si tra attrezzando sempre di più per ospitare le coppie o le mamme che scelgono anche senza il partner di partire mentre sono in dolce attesa. Pensato, difatti, come viaggio ideale per le donne in gravidanza, non si scelgono mete difficoltose o avventurose, bensì luoghi che possano offrire meritato relax alle future mamme.

Abbiamo fatto un giro su internet ed ecco quali sono le mete ideali per il babymoon:

  • Optare per un weekend romantico in una struttura vicino a un borgo antico o dove ci sono rovine suggestive;
  • Scegliere agriturismo in mezzo alla natura e godere della campagna, dei prodotti locali e degli animali;
  • Scegliere un hotel vicino al mare, se si predilige l’aria del mare piuttosto che quella della montagna;
  • Pensare ai benefici della natura e avventurarsi in una struttura vicino al verde per godere della forest therapy;
  • Per gli amanti dell’arte e della cultura, una fuga romantica in una città d’arte (ovviamente evitando le ore più calde).

Proprio in Italia alcune delle strutture hanno aggiunto pacchetti ad hoc per tutte le proposte delle coppie, questo perché negli ultimi anni l’Italia è diventata una delle mete più gettonate anche dagli stranieri. 

Indipendentemente dalla meta del viaggio, è sempre utile prendere alcune precauzioni per migliorare il benessere e la sicurezza, come per esempio fissare un appuntamento con il proprio ginecologo per un controllo clinico prima della partenza. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.