La bionda, quella nemica della fertilità

Domenica 26: sport con il pancione
Maggio 20, 2019
Anche al mare libere e spontanee
Giugno 5, 2019
Mostra tutto

La bionda, quella nemica della fertilità

Venerdì 31 Maggio ricorre la Giornata Mondiale Antifumo promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Abbiamo affrontato spesso questo argomento spiegandovi quali sono i danni che si possono causare al feto fumando sigarette (comunemente definite le bionde) durante la gravidanza. Ma anche quando si cerca di avere un figlio, l’abitudine al tabagismo risulta essere un perfetto nemico.

Secondo i dati del Ministero della Salute, il 13% dell’infertilità femminile è causato dal fumo.

Le donne fumatrici hanno un indice di fecondabilità ridotta e impiegano più tempo a raggiungere la gravidanza. Le sostanze tossiche presenti nel processo di combustione del fumo di sigaretta convenzionale vengono assorbite dall’organismo e si accumulano nei tessuti dell’apparato genitale femminile ritardano il processo di fecondazione.

Lo stesso avviene per la fertilità degli uomini. Le sostanze tossiche provocano alterazioni genetiche negli spermatozoi rallentando la loro corsa verso la meta.

Nei casi di terapia di procreazione si calcola addirittura che le possibilità di concepimento si riducono del 34% in caso di fumatrici.

Il 31 Maggio l’OMS invita tutti i fumatori ad astenersi dal fumo. Per far smettere di fumare però sono necessari anche percorsi di consulenza specifici e soprattutto tanta serenità e forza di volontà.

Se il vostro desiderio di diventare genitori è davvero così grande vi assicuriamo che vale davvero la pena astenersi definitivamente e abbandonare questa cattiva abitudine.

LEGGI ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.